ISOIL Industria Spa
+39.02.660271

Misurazioni per il teleriscaldamento: la nuova UNI 10389-4

Dopo essere rimasta per lungo tempo in stand-by, è stata recentemente pubblicata la UNI 10389-4:2023 “Misurazioni in campo – Generatori di calore – Parte 4: impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento”. La norma definisce le procedure per effettuare la misurazione in campo della potenza termica e delle temperature di mandata e di ritorno degli scambiatori degli impianti allacciati a reti di teleriscaldamento e consente quindi di effettuare su tali impianti i controlli di efficienza energetica.

 

Fronteggiare la perdita di efficienza: la sfida degli impianti allacciati a reti di teleriscaldamento

Come abbiamo spiegato in un precedente articolo, il teleriscaldamento, noto anche come district heating o riscaldamento urbano a rete,  è un sistema di trasporto a distanza del calore che può essere utilizzato dagli edifici per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria: un fluido vettore distribuisce attraverso le tubature di “mandata” il calore di scarto recuperato sul territorio oppure prodotto da impianti industriali o da una centrale termoelettrica o una centrale di cogenerazione sfruttando differenti combustibili, e ritorna alla centrale, raffreddato, attraverso le tubature di “ritorno”.
Il sistema di distribuzione utilizzato nella maggior parte delle reti italiane di TLR è il “sistema indiretto”, nel quale gli scambiatori di calore costituiscono l’interfaccia tra la rete di TLR e la rete interna all’edificio da riscaldare.

Rispetto a soluzioni di riscaldamento e produzioni di acqua calda centralizzate a livello di edificio o di appartamento, il teleriscaldamento può portare benefici ambientali ed economici significativi, ma deve essere ben gestito.
Per ottenere tutti i vantaggi del teleriscaldamento è quindi necessario fronteggiare alcune sfide fondamentali, prima fra tutte la perdita di efficienza degli impianti, che dipende da una serie di fattori tra cui: scarsa manutenzione, attrezzature logorate, strumenti di misura inaffidabili, sistemi sovradimensionati, mancanza di controlli e insufficiente isolamento delle tubazioni del liquido termovettore. Per risolvere questi problemi, a livello normativo è stata introdotta la nuova UNI 10389-4:2023.

 

La norma UNI 10389-4:2023

La norma UNI 10389-4:2023, elaborata dalla CT 252 Impianti di riscaldamento – Esercizio, conduzione, manutenzione, misure in campo e ispezioni – va ad arricchire la serie delle UNI 10389 che va dalla capostipite risalente al 1994 dedicata agli impianti a combustibile liquido, fino alla più recente UNI 10389-2 pubblicata nel 2022 e relativa agli impianti a biomassa. La pubblicazione della nuova norma consente di effettuare i controlli di efficienza energetica sugli impianti di teleriscaldamento previsti dal DPR 16 aprile 2013, n. 74.

 

Il documento definisce le procedure per effettuare la misurazione in campo della potenza termica e delle temperature di mandata e di ritorno degli scambiatori degli impianti allacciati a reti di teleriscaldamento/teleraffrescamento.
La metodologia proposta consente di valutare il corretto funzionamento delle apparecchiature superando i problemi che tipicamente si incontrano nell’effettuare misurazioni in impianti con scambiatori di calore quali ad esempio la difficoltà ad effettuare prove sempre nelle stesse condizioni e di correlare i dati rilevati in situ con quelli di targa.
L’ambito di applicazione della UNI 10389-4:2023 è esteso a tutte le sottostazioni allacciate a reti di teleriscaldamento/teleraffrescamento destinate alla climatizzazione degli ambienti e/o alla produzione di acqua calda sanitaria, mentre sono esclusi gli impianti inseriti in cicli di processo.

 

ISOTHERMIC: supporto tecnico e tecnologie su cui “contare”

Se necessitate di un supporto tecnico valido e di soluzioni tecnologiche di qualità e certificate per effettuare misurazioni in campo affidabili secondo le modalità definite dalla norma UNI 10389-4:2023, rivolgetevi a ISOIL Industria: la nostra divisione ISOTHERMIC.

Una consolidata esperienza nello sviluppo e produzione di contatori, calcolatori, convertitori, sensori, sonde di temperatura e altre soluzioni per la misura e il calcolo dell’energia termica e sistemi integrati o remoti per la contabilizzazione, ottimizzazione ed il risparmio delle calorie e frigorie con ogni tipo di misuratore di portata.

Siamo sempre a Vostra disposizione per qualsiasi tipo di consulenza e soluzione in merito, anche per le esigenze più complesse.
Non esitate a contattarci.