ISOIL Industria Spa
+39.02.660271
Email:
vendite@isoil.it

Credito d’imposta: un’opportunità per le imprese interessate alla trasformazione tecnologica

Le imprese residenti in Italia possono usufruire del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei propri processi produttivi. Vediamo in cosa consiste il credito d’imposta, a quali condizioni viene riconosciuto, quali vantaggi offre e per quali tecnologie ISOIL Industria potete richiedere le agevolazioni.

 

Credito d’imposta 2022: che cos’è e a chi spetta?

La Legge di Bilancio 2022 (Legge n. 234/2021), nell’ambito del Piano Nazionale Transizione 4.0, ha confermato la proroga, con alcune modifiche, del credito d’imposta 4.0 previsto dalla Legge n. 178/2020 fino al 30 giugno 2023 (a condizione che entro la data del 31 dicembre 2022 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione).
Le agevolazioni riguardano gli investimenti in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali (di cui agli allegato A e allegato B della Legge n. 232/2016), da destinare a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.
Il credito d’imposta viene riconosciuto anche alle stabili organizzazioni di soggetti non residenti (senza di fatto limiti relativi a dimensioni, forma giuridica o settore di appartenenza).

A seconda dell’importo e del periodo in cui viene effettuato l’investimento, le agevolazioni spettano in misure differenziate:

Per gli investimenti effettuati nel 2021:

  • 50% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro.
  • 30% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di euro.
  • 10% del costo per la quota di investimenti tra i 10 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 20 milioni di euro.

Per gli investimenti effettuati nel 2022:

  • 40% del costo per investimenti fino a 2,5 milioni di euro.
  • 20% del costo per investimenti da 2,5 milioni di euro fino a 10 milioni di euro.
  • 10% del costo per investimenti da 10 milioni a 20 milioni di euro.

 

Gli adempimenti richiesti

Le condizioni di accesso al credito d’imposta sono: il rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro che trovano applicazione in ciascun settore e il corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.
È richiesta anche la produzione di una perizia asseverata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali o di un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, da cui risulti che i beni possiedono caratteristiche tecniche tali da includerli negli elenchi di cui ai citati allegati A e allegato B annessi alla Legge n. 232/2016 e sono interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.
L’obbligo documentale può essere assolto con una dichiarazione resa dal legale rappresentante dell’azienda per i beni di costo unitario di acquisizione non superiore a 300mila euro.
Le imprese che usufruiscono del credito d’imposta devono conservare la documentazione idonea a dimostrare il sostenimento e la corretta determinazione dei costi agevolabili (fatture e gli altri documenti relativi all’acquisto di beni agevolati riportanti il riferimento alle disposizioni dell’articolo 1, commi da 1054 a 1058, della Legge n. 178 del 30 dicembre 2020).

 

Le agevolazioni per i misuratori di portata e i calcolatori di energia termica

Gli strumenti di misura di ISOIL Industria apportano significativi vantaggi alle imprese che accettano la sfida della trasformazione digitale: questi dispositivi interconnessi forniscono misurazioni accurate e permettono di avere a disposizione dati affidabili, indispensabili per  sviluppare sistemi intelligenti di monitoraggio, gestione e misura in molteplici settori applicativi; consentono inoltre di avere una maggiore consapevolezza dei consumi e di attuare così un efficace processo decisionale. 

Convertitore per misuratori di portata elettromagnetici MV210 ISOMAG

Il nuovo calcolatore di energia MV311 ISONRG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potete usufruire del credito d’imposta per l’acquisto dei nostri misuratori di portata e contatori di energia termica; questi strumenti di misura rientrano infatti tra i  “componenti, sistemi e soluzioni intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio dei consumi energetici e idrici e per la riduzione delle emissioni”.
Per ulteriori informazioni ed avere consulenza in merito all’utilizzo di questa normativa legata alla vostra specifica attività e per rispondere alle vostre domande, non esitate a contattare i nostri specialisti.